Andros

Pin It

L’isola di Andros si trova in prossimità dell’isola di Tinos ed è una delle isole greche più vicine ad Atene, dalla quale dista solo un’ora e mezzo. È l’isola più settentrionale delle Cicladi e la seconda più grande dopo Nasso. È prettamente montuosa (la cima più alta è Profitis Ilias con i suoi 997 m), con ampie vallate coperte di uliveti e agrumeti. L’acqua è abbondante e ci sono sorgenti naturali in ogni angolo dell’isola, la più importante delle quali è la sorgente Sariza.

Molto attrattiva, con località tradizionali e molto pittoresche, ha una capitale fortificata, con architettura veneziana e cicladica, stretti vicoli di pietra, portici e fiori dai colori vivaci, un vero gioiello. Alcune delle località dell’isola si sviluppano lungo le pendici della montagna, tra alberi e sorgenti d’acqua e sono caratterizzate da costruzioni in pietra; altre invece sono costruite ad anfiteatro e vicino al mare, secondo la tradizionale architettura cicladica.

Altro aspetto che caratterizza l’isola sono i suoi piatti tradizionali, come i dolci e le torte. Famosa è l’ “Amigdalota”, un dolce di mandorle, simile al marzapane, e le “Kaltsounia”, delle torte dolci. Tipico è anche la produzione di formaggio, prodotto dalle massaie, la cui qualità è eccezionale.

Secondo la mitologia l’isola prende il suo nome dal nipote di Apollo, Andro.

Scavi archeologici dimostrano che Andros venne abitata durante il periodo miceneo e addirittura prima. Quando gli Ionici vennero sull’isola intorno al 1000 a. C., l’isola divenne sempre più prospera. Divenne una grande potenza marina, stabilì colonie a Chalkidiki, in Tracia e nell’Asia Minore e coniò monete proprie. Dopo le Guerre Persiane entrò in disaccordo con gli ateniesi ma in seguito divenne membro della prima e della seconda Lega Ateniese.

Nel 200 a. C. i romani attaccarono l’isola costringendo tutti gli abitanti a fuggire e a stabilirsi a Delius, in Attica, e in seguito consegnarono l’isola a Attalo, re di Pergamo. I veneziani presero Andros nel 1207 e la governarono fino al 1556, quando l’isola venne conquistata dai turchi. All’inizio del XIX secolo, Theofilos Kairis dichiarò la Guerra d’Indipendenza, marcando così l’inizio della storia recente dell’isola durante la quale Andros raggiunse il picco della sua prosperità economica, grazie anche alle sue navi.

Le case dell’isola di Andros possono essere divise in 4 categorie: vecchie case rurali,  case- torri, ville e case nuove. Le vecchie case rurali hanno un tetto piatto ricoperto di piastrelle di ceramica; le case torri, molto ben conservate, hanno da uno a tre piani, mura massicce e sono state costruite in questo modo per proteggere gli abitanti dai pirati e dagli agenti atmosferici come i forti venti; le bellissime ville sono invece state costruite durante la dominazione turca; le case di recente costruzione hanno forma quadrata, tetti con tegole di ceramica e grandi finestre con vista sul mare.

Mulini ad acqua, sorgenti d’acqua, fontane sono altri elementi dell’architettura di Andros. Muri, porte e finestre sono dipinte in diversi colori e ciò rende l’isola unica e attraente nello stile architettonico.

L’isola è dotata di una buona rete stradale. Nove autobus collegano giornalmente Gavrio a Chora. Il servizio taxi resta una delle opzioni più semplici per spostarsi nell’isola. Piccole barche partono da Batsi verso alcune delle spiagge più splendide dell’isola.

  • L’isola non ha un proprio aeroporto. Quello più vicino si trova ad Atene. Dal porto di Atene è possibile andare al vicino porto di Rafina e prendere il traghetto per Andros.

    L’isola di Andros è raggiungibile solo dal porto di Rafina, non da quello del Pireo. Il viaggio dura circa 2 ore, e ci sono diversi collegamenti durante il giorno, specialmente in estate.

    L’isola è collegata anche ad altre isole come Mykonos (poco più di 2 ore), Paros (4 ore), Tinos (un’ora e mezzo).

    Da Andros è possibile visitare le vicine isole delle Cicladi come Ios, Santorini, Kimolos, Nasso, Anafi, Amorgos, e poi l’isola di Creta, Rodi e tutte le isole del Dodecaneso e le Isole del Mar Egeo.

  • Sull’isola ci sono splendidi luoghi tutti da esplorare.

    Gavrio

    È il principale porto di Andros, a 32 km ad ovest di Chora, e collega l’isola a Rafina, in Attica, e alle altre isole della Grecia. Nell’aria circostante si trovano bellissime spiagge. La località di Gavrio è il punto di partenza per escursioni verso la parte settentrionale dell’isola. Da Gavrio è possibile raggiungere il Monastero di Zoodochos Pigi, molte splendide spiagge e alcune località come Fellos, Makrotantalos, Amolochos che era, durante l’occupazione turca, la capitale dell’isola, e poi ancora Chartes, Varidi, Kalivari, Ano Agios Petros, Yides, Kalokerini e Vitali.

    Batsi

    Si trova a 22 km ad ovest di Chora ed è una splendida località turistica, una delle principali destinazioni dell’isola. Città cosmopolita, ha un porto molto grazioso, molte strutture turistiche e piccole case con tetti tegolati rossi costruite ad anfiteatro.

    Torre di San Pietro

    È uno dei monumenti meglio conservati di tutta l’isola. Costruita nel II secolo durante il periodo ellenistico, è alta 20 metri ed è la maggiore attrazione della regione. La torre è raggiungibile con la macchina ma gli ultimi metri devono essere fatti a piedi.

    Monastero di Zoodochos Pigi Monastery

    Si trova nell’area di Kapsohari, vicino Batsi, ed era nel passato il più grande Monastero dell’isola. Non si sa quando venne costruito, tuttavia vi è una vecchia data che risale al 1325. All’interno del Monastero si trova una ricca biblioteca con libri antichi e manoscritti, un museo che espone paramenti sacri ed una piccola collezione di oggetti di periodo preistorico.

    Monastero di Panachrantos

    Venne costruito nel X secolo ed è uno dei monasteri più rimarchevoli di Andros.

    Antica Zagora

    L’antico insediamento di Zagora si trova su un altopiano, a 160 metri di altezza. Gli scavi vennero effettuati dal 1960 al 1972 e hanno portato alla luce un’ampia parte dell’antica agorà. L’insediamento si mantenne vivo per oltre due secoli, dal X all’ VIII secolo a. C. Era protetto da mura massicce, lunghe 110 metri, profonde dai 2 ai 4 metri e alte oltre 3 metri. L’accesso alla città era costituito da una grande porta. All’interno c’era un santuario, fondato nell’ VIII secolo a. C. e funzionante fino al periodo classico, e case con tetti coperti di fango ed in genere costituite da una grande stanza rettangolare con un focolare nel centro ed una stanza separata usata come deposito. Lo stesso modo di costruire case fu usato fino all’inizio del XX secolo per costruire le fattorie. I ritrovamenti degli scavi, così come la rappresentazione di una casa e del santuario, sono esposte nel Museo Archeologico dell’isola.

    La Capitale dell’Isola di Andros

    Andros Città

    Posta sul lato orientale dell’isola, è una delle località più pittoresche delle Cicladi. È una piccola città, costruita tra due lunghe spiagge di sabbia di Neiborio e Paraporti ed è caratterizzata da edifici neoclassici, vicoli stretti, architettura veneziana, bizantina, ottomana. L’atmosfera medievale coesiste armonicamente con quella moderna costituita da piccoli negozi, caffetterie, bar.

    Andros Città ha due piazze: la prima è in pietra lastricata e circondata da numerosi caffè, piccoli ristoranti e pasticcerie, tutti all’ombra di un enorme platano. La seconda è lastricata in marmo, ha una statua del “Milite Ignoto” e una splendida vista sul mare e sul resto della città.

    Da vedere

    Ponte di Pietra Veneziano

    Collega la Capitale alla piccola isoletta su cui si trovano i resti di un vecchio castello costruito durante il periodo veneziano per proteggere la città.

    Musei

    Museo Goulandris di Arte Moderna

    È il museo più importante di Andros, istituito nel 1979, in cui vengono organizzate mostre di pittura di artisti locali, come il famoso scultore di Andros, M. Tombros. Nel corso degli anni il Museo ha sviluppato una forte collaborazione con la Galleria Nazionale di Atene.

    Il Museo è aperto dalle 08:30 alle 15:00.

    Per maggiori informazioni: +30 210 7252895 / 22820 22444

    Museo Nautico

    Ha sede in una elegante villa neoclassica situata nella capitale nella piazza del Milite Ignoto. Venne fondato nel 1972 e presenta l’intera storia della Marina Mercantile dell’isola, dai tempi antichi fino ai nostri giorni. Il Museo ha una ricca collezione di oggetti nautici come documenti navali, modelli di imbarcazioni vecchie e nuove, diari di bordo, costumi e molti altri oggetti che raffigurano il forte legame della gente del posto al mare.

    Museo Archeologico

    Si trova in Piazza Kairi, proprio di fronte al Museo di Arte Moderna, in un edificio a due piani, ed è stato fondato nel 1981. È suddiviso in due aree che espongono alcuni ritrovamenti archeologici, come la splendida statua di Ermes, un’opera di Prassitele, risalente al I secolo d. C. e trovata a Paleopoli nel 1832.

    Per maggiori informazioni: +30 22820 23664

    Istituto Kydonieos

    Venne istituito nel 1994 da Petros e Marika Kydonieos con l’intenzione di mostrare l’arte e la cultura nei loro diversi aspetti, con una particolare attenzione alla musica, al teatro e alla letteratura greca ed internazionale.

    In estate viene organizzata una mostra di opere d’arte che hanno contribuito allo sviluppo dell’arte contemporanea.

  • Spiagge

    L’isola presenta splendide spiagge con acque chiare e cristalline. Oltre a spiagge fornite di ombrelloni, lettini per il sole e molti altri tipi di strutture turistiche ci sono spiagge deserte in tutto il loro splendore e bellezza incontaminata. Intorno all’isola ci sono anche piccole insenature deserte.

    Spiaggia San Pietro

    A 30 km ad ovest della capitale, è una delle spiagge più famose di Andros. È una spiaggia molto lunga, di sabbia e con acque cristalline.

    Spiaggia Batsi  

    Molto popolare tra i turisti, si trova a 22 km ad ovest di Andros Città ed è caratterizzata da sabbia soffice, fine e dorata, e acque perfette per nuotare e ideali per le famiglie. La spiaggia è protetta dai forti venti del Meltemi, ed è ricca di ombra per l’abbondanza di tamerici che costeggiano il litorale a nord della spiaggia.

    Spiaggia Ormos

    Si trova a 20 km a sud est della capitale. Ciò che la rende famosa non è il suo paesaggio ma la presenza del forte vento che la rende luogo ideale per il windsurfing.

    Spiaggia Chora 

    È raggiungibile a piedi dalla capitale, diventa a volte ventosa e presenta una spiaggia lunga e sabbiosa. Offre una graziosa vista sulla città.

    Spiaggia Halkolimionas

    A 20 km a sud ovest di Andros Città, è una spiaggia isolata e si trova molto vicina alla località di Paleopolis. Ha una costa rocciosa che la rende ideale più per lo snorkeling che per il nuoto.

    Spiaggia Megali Peza
    Si trova a 45 km a nord ovest di Andros Città ed è una spiaggia piccola e isolata, con sassolini e acque cristalline, una delle spiagge più belle dell’isola. Non ha strutture e la strada per raggiungerla è piuttosto pessima, pertanto la spiaggia resta piuttosto remota e di conseguenza coloro che vi accedono possono godere di tutta la privacy che vogliono. La spiaggia è raggiungibile solo con macchine private, meglio se jeep, o in moto. È consigliabile portare con sé tutto il necessario, perché non ci sono villaggi nelle vicinanze.

    Spiaggia Piso Gialia

    Si trova a 3 km a nord di Andros Città, è caratterizzata da sassolini e acque limpide e pulite e, per la sua vicinanza all’isola ed il facile accesso, diventa molto popolare nell’alta stagione estiva. Dispone di molte strutture turistiche, comprese stanze in affitto e taverne.

    Spiaggia Pyrgos

    Si trova a 35 km a nord ovest della capitale, nel territorio di Gavrio, ed è raggiungibile attraverso una strada sterrata

    Divertimento

    Il divertimento sull’isola di Andros non è così intenso come sulle altre isole greche quali Mykonos, Santorini, Paros, Io, ma è possibile trovare bei luoghi che propongo un’ampia gamma di musica e cocktail. Nei weekend bar e locali diventano molto animati perché molti ateniesi vengono sull’isola a trascorrere il fine settimana.

    L’isola ospita anche diversi eventi culturali che solitamente hanno luogo in estate, come il Festival Corale Internazionale, durante il mese di giugno, che vede la presenza di band provenienti da tutto il mondo, o il Festival Ploes, evento molto famoso, organizzato dalla Fondazione Petros e Marika Kidonieos.