Delos

Pin It

La piccola isola rocciosa di Delos si trova a sud ovest di Mykonos e a poca distanza da quest’ultima.

L’isola fa parte del patrimonio culturale mondiale ed è protetta dall’UNESCO.

Secondo la mitologia Delos è il luogo di nascita di Apollo e di sua sorella gemella, Artemide, nati da Leto che, sedotta da Zeus, andò a partorire sulla piccola isola di Delos poiché Era, moglie di Zeus, quando venne a sapere della sua gravidanza la bandì da tutti i luoghi della terra. L’isola le fu svelata da Poseidone e non era considerata parte di terra e, prima di ricevere il nome di Delos, che significa “rivelata”, si chiamava Ortygia, l’isola della Quaglia, in quanto Asteria, per sfuggire all’amore fedifrago di Zeus, si trasformò in una quaglia e, fuggendo, precipitò nel Mar Egeo. Così Zeus, addolorato, la trasformò in un’isola.

L’isola è il luogo dei santuari più famosi dedicati ad Apollo, dopo quelli di Delfi.

Nell’antichità l’isola di Delos era considerata uno dei luoghi sacri più importanti tanto da venir chiamata “l’Isola Sacra”. I greci vi costruirono tantissimi templi, santuari, statue.

I primi abitanti dell’isola furono probabilmente i fenici, nel terzo millennio a. C., seguiti dagli ioni che instaurarono il culto del dio Apollo e che cercarono di fare dell’isola un potente centro commerciale e spirituale.

Venne abbandonata nel VI secolo e dominata successivamente prima dai bizantini, poi dagli slavi, in seguito dai saraceni e poi dai veneziani, proseguendo con gli Ospitalieri di San Giovanni di Gerusalemme e i Turchi Ottomani. Durante il V secolo a. C. gli Ateniesi diedero luogo a quel che definirono “purificazione dell’isola” ossia il divieto di seppellire i morti sull’isola. A questa seguì, nel IV secolo a. C., una nuova purificazione, ossia il divieto di nascite sull’isola e i morti vennero portati nella vicina isola di Rhenia che divenne una necropoli. Dopo quest’ultima purificazione ogni cinque anni venne organizzata una grande cerimonia religiosa in onore di Apollo. Dopo le Guerre Persiane l’isola divenne il luogo d’incontro della Lega di Delo, fondata nel 478 a. C., con congressi tenuti nel tempio, dove una zona era riservata agli stranieri  e ai santuari di divinità straniere. Il tesoro della Lega venne conservato qui fino al 454 a. C. quando Pericle lo portò ad Atene.

Durante il periodo greco-romanico Delos influenzò significativamente lo sviluppo dell’architettura e delle arti monumentali, influenza che più tardi si unì al ruolo importante che ebbe a partire dal XV secolo di far conoscere l’antica arte greca. Sull’isola avveniva anche il più grande mercato di schiavi. L’isola è tra i primi importanti luoghi greci ad aver catturato l’attenzione degli archeologi. Nel 1873 vennero iniziati importanti scavi archeologici sull’isola che continuano ad essere svolti dalla Scuola Francese di Archeologia. La parte archeologica è incredibilmente estesa e ricca ed evoca l’immagine di un grande porto mediterraneo cosmopolita.

Molti dei manufatti trovati sono esposti al Museo Archeologico di Delos ed al Museo Archeologico Nazionale di Atene.

  • Sull’isola non c’è possibilità di produrre cibo o legno, che vengono importati, e molto limitata è la disponibilità di acqua, che passa attraverso un esteso sistema di cisterne e acquedotti.

    Attualmente l’isola è disabitata, così come disabitato è il vicino isolotto di Rhenia, dal quale l’isola è separata da un piccolo stretto: i governi attuali hanno voluto preservare la sacralità del luogo e pertanto è fatto divieto di pernottarvi.

    L’isola è raggiungibile con il taxi – boat dall’isola di Mykonos in appena 20 minuti.

  • L’isola è un grande sito archeologico che merita di essere visitato

    Fontana Minoica

    Di forma rettangolare, è scavata nella roccia,  e presenta una colonna centrale

    Porto Sacro

    Si trova nella parte occidentale dell’isola. Risale all’ VIII secolo e rappresenta uno degli esempi più antichi di moli di protezione.

    Piazza del Mercato

    Vicino al Porto Sacro si trova l’Agorà dei Compitaliasti, fondata nel II secolo a. C. ed usata dai commercianti e dai liberti che oltre a radunarsi onoravano anche le divinità dei crocicchi, ossia i Lares Compitales.

     

    Santuario di Apollo

    Fa parte di tre templi dedicati alla divinità, il terzo dei quali, di cui sono pervenute le fondazioni, è noto come il “Tempio degli Ateniesi”.

    Terrazza dei Leoni

    È un viale che gli abitanti di Nasso dedicarono ad Apollo nel VII secolo a. C. Originariamente il viale aveva dalle nove alle dodici statue di marmo raffiguranti dei leoni accovacciati e ringhiosi, con funzione di guardiani e che rendevano il viale paragonabile ai viali egiziani delle sfingi. Oggi sono pervenuti solo sette dei leoni originali. Uno di questi, portato via dall’Ammiraglio Morosini nel 1687, è posto sull’ingresso principale dell’Arsenale di Venezia.

    Casa di Dionisio

    Risale al II secolo a. C. ed è una casa privata e sontuosa così chiamata per il suo pavimento a mosaico che raffigura Dionisio in sella ad una pantera.

    Sinagoga di Delo

    Si trova sul lato orientale di Delos Città, lontana dal centro della città, ed è la sinagoga più antica, la cui origine risale tra il 150 ed il 128 a. C. L’uso originario dell’edificio non è ancora ben chiaro. Alcuni ritengono che l’edificio sia stato progettato per essere una casa privata o per diventare luogo d’incontro pagano, altri ritengono invece che aveva sin dall’inizio una funzione di sinagoga. L’edificio ha due grandi stanze con un trono e diverse panche di marmo e molte piccole stanze. La sinagoga è stata scoperta nel 1912 da una squadra di archeologi guidata da André Plassart. Si pensa che la sinagoga funzionò fino alla fine del II secolo a. C.

    Tempio Dorico di Isis

    Si trova su un’alta collina e venne costruito agli inizi del periodo romano.

    Dodecatheon

    Conteneva altari di dodici divinità le cui statue risalgono al 500 a. C.

    Monte Kynthos

    Da qui si gode di una spettacolare vista sul paesaggio circostante, sulle rovine, sulla campagna e sulla costa.

    Grotta del Monte Kynthos

    È l’unica grotta dell’isola, formata da una cavità naturale del terreno. Ha una strana costruzione ed un orientamento particolare. La parte anteriore della grotta  è chiusa da un muro che ha un ingresso di circa 4,25 m di altezza. Nel suo interno, posto al centro, c’è il piedistallo della statua di Eracle mentre all’esterno si trova un altare cilindrico. La grotta è coperta da enormi lastre di granito che formano un buco che permette ai raggi solari di passare attraverso durante alcune ore in particolari giorni dell’anno. Secondo alcuni studiosi la grotta è la “Grotta del Sole” citata da Omero, altri ritengono invece che la grotta serviva per l’osservazione del cielo.

    Musei

    Museo Archeologico

    Espone un’interessante collezione di statue funerarie che vanno dal VII al I secolo a. C., antiche ceramiche risalenti al I secolo a. C., gioielli e mosaici del II – I secolo a. C. Il museo è formato da 8 stanze, 6 delle quali espongono statue e rilievi trovati sull’isola, 2 stanze la ceramica ed un’ultima stanza oggetti usati nella vita quotidiana dell’antica Grecia.

    Il museo è aperto tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle 08:30 alle 15:00.
    Prezzo biglietto: € 5 (€ 3 ridotto)
    Per maggiori informazioni:
    Tel.: +30 22890 22259
    Fax: +30 22890 22325



Hotel Consigliati

Apollonia Resort

Apollonia ResortL'Apollonia è un piccolo hotel e resort 4 stelle situato nei pressi del mare in una penisola privata. Sorge sulla spiaggia di Ayios Ioannis, a Mikono [...]

Lithos by Spyros & Flora

Lithos by Spyros & FloraSituato a 100 metri dalla spiaggia di Agios Ioannis, il nuovo Lithos by Spyros & Flora occupa un complesso imbiancato che vanta sistemazioni dal desig [...]

Manoula's Beach Mykonos Resort

Manoula's Beach Mykonos ResortSituato a Mykonos a soli 10 metri dalla spiaggia di Agios Ioannis, l'hotel a 4 stelle in stile cicladico Manoula's Mykonos Beach Resort offre una pisc [...]

Bellissimo Resort

Bellissimo ResortSituato lungo la baia di Agios Ioannis, il Bellissimo offre spaziose camere con verande o patii privati. Vanta una terrazza coperta fronte mare e una [...]

Casa Del Mar Mykonos Seaside Resort

Casa Del Mar Mykonos Seaside ResortLa Casa Del Mar Mykonos Seaside Resort sorge nella zona di Aleomandra, al di sopra della propria cala privata nella baia di Glyfadi, e offre ville re [...]

Apsenti couples only - Mykonos

Apsenti couples only - MykonosL'Apsenti è una struttura boutique all'avanguardia, riservata esclusivamente a coppie di innamorati e in luna di miele, e offre un rifugio tranquillo [...]

Saint John Hotel Villas & Spa

Saint John Hotel Villas & SpaSituato in un'area di 20.000 m², il Saint John Hotel Villas & Spa propone un raffinato ristorante, rinomati bar, una piscina a sfioro con vista sulla [...]

DeLight

DeLightAffacciato sull'isola di Delo, il De.Light Hotel è interamente coperto dalla connessione internet Wi-Fi gratuita e offre una piscina all'aperto, una [...]