Calchi

Pin It

La piccola isola di Calchi è molto vicina all’isola di Rodi. Non è turisticamente molto sviluppata e per questo è una destinazione perfetta per trovare tranquillità e privacy. Calchi è molto conosciuta per essere l’isola della pace e dell’amicizia in quanto ospita il raduno annuale dei giovani nel mondo. L’economia dell’isola si basa essenzialmente sull’agricoltura, sulla pesca e sull’allevamento di bovini. Calchi è anche conosciuta per l’eccellente qualità del miele prodotto.

L’unico villaggio presente sull’isola è Nimporio che è allo stesso tempo capitale e porto.

Il nome dell’isola deriva molto probabilmente da “halkos” che in greco significa rame. L’isola produceva infatti rame.

Secondo la mitologia i Titani furono i primi abitanti di Calchi e delle isole circostanti.

Secondo alcuni ritrovamenti provenienti da scavi archeologici l’Isola di Calchi è abitata sin dalla preistoria. Venne conquistata dai veneziani nel XIII secolo (i resti del Castello dei Cavalieri rimanda direttamente a quel passato)e, nel 1522, rimase sotto il dominio turco fino a quando, nel 1912,  gli italiani la conquistarono. Calchi venne poi annessa alla Grecia nel 1948 come le altre isole del Dodecaneso.

I mezzi di trasporto, sull’isola, sono davvero molto limitati, essendo l’isola di piccole dimensioni. Non ci sono autobus su Calchi, o agenzie di autonoleggio. C’è solo un servizio taxi, al porto, che porta verso destinazioni specifiche come Spiaggia Ftenagia, Spiaggia Potamos, Chorio, il Monastero di San Giovanni. Si consiglia di usare una moto invece che un auto per muoversi nella zona di Halki, anche se il camminare resta la soluzione migliore per andare in giro nell’isola.

  • Calchi è ben collegata, tramite traghetti, al porto del Pireo, anche se il percorso è piuttosto lungo e richiede dalle 15 alle 24 ore di viaggio. È anche ben collegata al porto di Skala Kameirou (circa un’ora di viaggio) dell’isola di Rodi dove si trova l’aeroporto più vicino. Collegamenti frequenti ci sono anche per l’isola di Kos (2 ore), Tilos (30 minuti), Nisyros (1 ora e mezzo).

  • Sull’isola ci sono graziosi luoghi da esplorare.

    Isola Alimia

    È una piccola isola inabitata con spiagge con sassolini e dalle acque cristalline. Qui si trova il Castello dei Cavalieri di San Giovanni e due chiesette dedicate a San Giorgio e San Minas. Dista circa una mezz’oretta da Calchi da dove partono frequenti escursioni in barca.

    Castello Medievale

    Si trova sulla sommità di una roccia arida, nei pressi della località di Chorio, l’antica capitale dell’isola. Venne costruito nel XIV secolo dai Cavalieri di San Giovanni. Ai piedi del Castello ci sono tre piccole chiese dedicate alla Madonna, a San Nicola e alla Santa Trinità.

    Tombe

    Più di 20 tombe e diversi reperti sono stati trovati nel 1930 in seguito all’unico scavo archeologico condotto sull’isola.

    Grotta Bruciata

    Si trova nella località di Amiglai, sul versante occidentale dell’isola, ed è possibile arrivarci tramite escursioni in barca. La grotta si trova sulle pendici di una roccia e fu il luogo di un terribile attacco di guerra verso la metà del XVII secolo.

    Chiesa della Vergine Maria

    Si trova in prossimità del Castello dei Cavalieri di San Giovanni. La chiesa, piuttosto piccola, ha numerosi e bellissimi affreschi e ciò la rende la maggiore attrazione turistica.

    La Capitale dell’Isola di Calchi

    Nimporio

    Si trova nella parte occidentale dell’isola e, oltre ad essere la capitale dell’isola, ne è anche il principale porto. Incanta i turisti con la sua architettura tradizionale, il suo grazioso litorale e le sue strade lastricate. La città ha bellissimi edifici veneziani e case bianche con tegole rosse, la maggior parte delle quali sono state ricostruite di recente, mentre nel porto piccole barche ormeggiano nelle splendide acque turchesi e colline brulle fanno da sfondo ad uno scenario ricco di fascino. Attualmente la capitale ha 300 residenti la cui principale occupazione è la pesca e l’allevamento di bovini.

    Il turismo è cresciuto significativamente negli ultimi anni.

    La singolarità della città è la totale assenza di veicoli.

    Da vedere

    I tre Mulini a Vento

    Si trovano sulle colline.

    Chiesa di San Nicola

    Costruita nel 1861, è dedicata a San Nicola, il santo patrono dell’isola. Si caratterizza per la sua imponente torre campanaria. Ospita all’interno affreschi molto interessanti.

    Piatsa

    Costituisce la piazza del mercato e si trova di fronte alla baia di Nimborio. È il luogo principale di socializzazione.

    Musei

    Non sono presenti musei o collezioni tranne il

    Museo di Arte Ecclesiastica

    È più propriamente una sacrestia adibita a museo e nasce per mostrare la storia ecclesiastica di Calchi attraverso l’arte ecclesiastica. Attualmente il museo espone 71 pezzi di arte ecclesiastica, locale o importata, risalente al XVIII, XIX e agli inizi del XX secolo.

  • Spiagge

    Caratterizzate da tranquillità, calma e privacy totale, la maggior parte di queste sono raggiungibili solamente a piedi o con la barca.

    Spiaggia Potamos

    A 500 metri ad ovest della capitale, è anche chiamata Pondamos. È una spiaggia dalle acque cristalline e ben organizzata e, insieme con Spiaggia Kania, è una delle spiagge più conosciute e più popolate di questa piccola isola. Generalmente non ci sono forti venti e ciò la rende una spiaggia ideale per famiglie e bambini.

    Spiaggia Kania

    Si trova a circa 1 km da Nimborio ed è una spiaggia molto graziosa, accessibile a piedi o con la barca. È il luogo ideale per la tranquillità e la privacy ed è totalmente priva di strutture.

    Spiaggia Trachea

    A 3 km ad ovest di Nimborio, è una spiaggia appartata. Più che una spiaggia vera e propria è in realtà una penisola con una spiaggia su ogni lato. È caratterizzata anche da piccole insenature ed è ben protetta dai venti. Per raggiungere la spiaggia si può percorrere la strada che arriva fino a Chorio, la città abbandonata, un tempo l’antica capitale dell’isola. Da lì occorre poi proseguire a piedi per circa venti minuti

    Spiaggia Yali

    A 4 km ad ovest di Nimborio è una spiaggia appartata accessibile a piedi o con la barca. È una spiaggia piccola, con piccoli bianchi sassolini in riva al mare. Non presenta strutture ed è caratterizzata da venti che soffiano frequentemente e da forti correnti.

    Spiaggia Ftenagia

    Si trova ad una distanza molto breve dalla capitale. È una piccola spiaggia che diventa molto affollata durante il periodo estivo. Ha acque cristalline, alcuni lettini per il sole, pochi ombrelloni, e taverne nelle vicinanze.

    Divertimento

    La vita notturna non è molto sviluppata nell’isola, ma è comunque possibile trovare bar dove prendere un cocktail e ballare. Le caffetterie invece chiudono verso mezzanotte. L’isola è consigliata per lo più per vacanze tranquille e di relax, anche perché, per il divertimento, c’è la vicinissima isola di Rodi con la quale Calchi è davvero ben collegata.

    Agli inizi di settembre hanno luogo diversi eventi culturali ai quali prendono parte giovani provenienti da tutto il mondo. L’isola infatti ospita il raduno internazionale dei giovani ed è ben conosciuta per questo. Questi eventi includono concerti, spettacoli teatrali, danza.