Eubea

Pin It

L’isola Eubea, o Isola Evia, si trova vicino alla Prefettura dell’Attica ed è la seconda isola più grande della Grecia e la terza più grande tra quelle che si trovano nel Mediterraneo Orientale. Due ponti la collegano alla terraferma, chiamati “Sterea Ellada”. Uno dei due ponti corre attraverso Calcide ed è anche accessibile da Thebes, l’altro invece si trova vicino Calcide ed è accessibile da Atene. Entrambi i ponti sono sospesi.

L’isola Eubea ha spiagge meravigliose, un clima molto piacevole, monumenti di grande pregio, moltissime fonti termali, ottimo cibo, e diventa una destinazione molto popolare e vicina per gli abitanti di Atene. L’isola ha circa 220mila abitanti. Le sue due principali città sono Calcide ed Eretria. In diverse parti dell’isola come a Istiaia, Kirinthos, Psachna, Amarynthos, Artaki, Karistos, sono stati rinvenuti vari ritrovamenti che mettono in luce come l’isola sia abitata sin dal periodo Paleolitico. Resti risalenti al primo periodo elladico sono stati trovati a Lefkanti, Vasiliko e anche a Manika, Calcide, mentre a Oreoi e Aliveri sono stati rinvenuti resti risalenti al periodo medio elladico. In molte aree di Calcide sono state trovate tombe e resti risalenti al periodo post elladico e miceneo.

L’antica città dell’isola istituì importanti colonie nel Mar Mediterraneo come ad esempio in Asia Minore e nel Sud dell’Italia, ed Eretria fu una delle città più potenti in Epoca Classica. Durante il periodo bizantino Eubea divenne molto fiorente e fece parte del Dipartimento della Grecia. Durante l’occupazione ottomana cadde sotto il controllo turco anche dopo l’arrivo di Kapodistrias, e si unì alla Grecia solo dopo il 1800. Durante la Seconda Guerra Mondiale l’isola Eubea venne bombardata dai tedeschi e la resistenza dei locali fu molto forte.

L’isola anticamente aveva altri nomi come Macris, Doliche, Ellopia, Abantis. Si pensa che l’isola un tempo fosse unita alla terraferma e che sia stata separata da un terremoto.

Quando l’isola venne occupata dai veneziani il suo nome divenne Negroponte, per il ponte che la collegava alla terraferma.

Un gran numero di scogli, come Petalioi, vicino Marmari, Lichadonisia a nord, le piccole isole rocciose in mare aperto di Skiros ed altre piccole isole che si trovano nel lato Egeo, appartengono a Eubea. L’ isola ha forma di cavalluccio marino.

 

 

 

Eubea, Grecia

Eubea, Grecia

È possibile raggiungere l’isola da Atene attraversando uno dei due ponti. La capitale dell’isola, Calcide, è ad appena 70 km da Atene ed il viaggio è di appena 45 minuti. La città può essere raggiunta tramite i mezzi pubblici, in macchina o in treno. In macchina basta prendere la E75 Atene – Lamia direzione Lamia e prendere la prima uscita per Calcide. Dopo aver attraversato il ponte di Calcide occorre seguire i segnali direzione Edipsos per raggiungere così il nord dell’isola. È  possibile raggiungere l’isola anche con il traghetto che porta ad Eretria. L’Eubea settentrionale è una destinazione rapidissima da raggiungere per gli ateniesi e tutti coloro che si trovano nel nord della Grecia. I traghetti raggiungono anche altri porti del Nord dell’Isola come quelli di Pefki, Oreoi, Aedipsos, specialmente durante la stagione estiva.

Eubea, Grecia

Eubea, Grecia

Sull’isola ci sono innumerevoli e fantastici luoghi da visitare.

Grotte

Le più famose:

Grotta di Santa Triada, a Karistos, dove gli studiosi hanno trovato i resti di un insediamento neolitico;

Grotta di Sillas, a Loutra Aedipsou, situata vicino le fonti di Aghii Anargiri;

la Grotta situata a Pasogourni, nella zona della collina Profitis Ilias, che non è ancora stata esplorata.

Eubea Settentrionale

Prokopi

In passato il suo nome era Ahmetagha. L’attuale nome deriva dagli abitanti che si trasferirono sull’isola da Prokopi, oggi Ürgüp, in Cappadocia. Qui sono conservate le reliquie del beato Giovanni il Russo che i primi abitanti del villaggio portarono con sé e che i cristiani di tutta la Grecia vengono ad adorare. Sulla destra c’è una strada che conduce verso spiagge spettacolari: Pilio, Vlahia, Sarakiniko.

Limni

Anticamente si chiamava Elymnion. È una graziosa città di mare, costruita ad anfiteatro, sul golfo settentrionale dell’isola. È una città importante, con una lunga tradizione navale. Ha strade strette, bellissime case con alberi di bouganville che adornano i giardini e grandi ville a testimoniare il glorioso passato della città. Il lungomare è il punto d’incontro più popolare per locali e turisti.

Loutrà Aidipsoù

È famosa sin dall’antichità per le sue terme, ed è una città viva, ricca di colori e profumi. Si ritiene sia stata colonizzata dagli Ioni, come la maggior parte dell’Eubea settentrionale, i quali la chiamarono Ellopia. Aristotele riporta la città nel Meteorologica col nome di Aidepsòs. Viene anche citata da Plutarco col nome di Aidipsòs. Sempre nell’antichità era conosciuta per la lavorazione del rame e questo spiega come mai sia stata una delle poche città con una propria moneta che aveva da un lato un granchio e dall’altro un pesce.

Oreoi

Il suo nome deriva dall’antica città di Oreos. La città venne fondata nel 447 a. C. dagli ateniesi. Oreoi ha conosciuto un rapido sviluppo turistico. È caratterizzata da un porto molto pittoresco ed è conosciuta per le sue “ouzerì” in riva al mare.

Istiaia

Scavi archeologici effettuati nelle vicinanze hanno portato alla luce resti di un insediamento risalente al neolitico e si pensa che la città esistesse sin da allora. Istiaia è anche citata da Omero tra le città dell’Eubea menzionate nella lista delle navi.

Monastero di San Giorgio di Ilia

Si trova a 15 km da Aedipsos. Il monastero ha una storia molto antica e interessanti cimeli sopravvissuti alle incursioni barbariche. La bellezza della natura che circonda il monastero è grande fonte di ispirazione ed elevazione spirituale.

Castello di Oreoi.

Costruito durante il dominio veneziano nella località omonima, è simbolo della grande storia di quella zona. Il castello è stato edificato sulle fondamenta di una vecchia fortificazione.

Cappella di San Nicola

Piccola graziosa chiesa di epoca bizantina.

Kastradaki

Zona archeologica nei pressi di Artemisio dove sono stati trovati resti di un importante insediamento del periodo preistorico della Grecia.

Torre di Rovies.

Al centro di Rovies, è una torre di periodo veneziano molto ben conservata.

Monastero di Galatakis.

Il Monastero di San Nicola, meglio conosciuto come Monastero di Galataki, risale al VII – VIII secolo, si trova ai piedi del Monte Kandili, ed è il monastero più antico e storicamente più importante dell’Eubea settentrionale, a quasi 12 km dalla città di Limni. È caratterizzato da uno splendido paesaggio e da una vista su Evoikos che affascina ogni turista. Nell’area del Monastero si trova anche una vecchia torre.

Loutra Edipsou

Bagni di Edipsos caratterizzati da 80 fonti termali, è un’ eccellente infrastruttura turistica che accoglie ogni anno centinaia di turisti.

Penisola di Lihada

È situata nella parte nord orientale dell’isola ed ha alcune delle spiagge più belle di tutta l’isola: Yialtra, Gregolimano e San Giorgio. Secondo la mitologia la penisola faceva parte del corpo di Liha, che venne ucciso da Ercole. Dalla sua testa vennero create le “Lihadonissia”, isole di Lihada in greco. Queste piccole verdi isolette sono conosciute come le “Seychelles greche” e possono essere raggiunte col traghetto da San Giorgio o da San Costantino.

Antico Kirinthos

Sito archeologico vicino la spiaggia di Mantoudi.

Torre di Mpezas

Resti di un forte veneziano situato fuori Dafnousa Kireas.

Castello di Klisour

Resti di un forte con funzione di controllo dell’ingresso dell’Eubea settentrionale. Si trova sulla strada principale che da Chalkida porta a Prokopi, poco prima di raggiungere Prokopi.

Taurus di Oreoi

Una della molte statue che decorano l’antica Oreo. Venne realizzata in onore di Dimitrios Poliorkitis durante il periodo macedone.

Fonti di Aedipsos

Fonti curative conosciute sin dall’antichità che hanno reso Aedipsos la città turistica più conosciuta.

Cascate di Drimonas

Area di assoluta naturale bellezza, in prossimità della strada Drimonas – Kerasia. Un sentiero ed un piccolo parco sono stati costruiti per i visitatori.

Foresta di Platani di Kireas e l’antico platano

Magnifica foresta di platani che si estende lungo le sponde del fiume di Kireas. Qui si trova un antichissimo platano avente più di 2000 anni.

EUBEA CENTRALE

Eretria

È la seconda entrata per l’Eubea Orientale e Meridionale dopo quella di Calcide. Nell’antichità la città era rivale di Calcide ed in competizione per ogni aspetto culturale, commerciale e colonico. Come risultato di tale rivalità ci fu la guerra di Lilantio tra Calcide ed Eretria tra il 720 ed il 660 a. C.

 

Sito archeologico e resti dell’antica Eretria

Grande area in cui i turisti hanno l’opportunità di camminare tra i resti dell’antica città e ammirare ciò che resta del ginnasio, dei palazzi, dei santuari, dei templi come quello di Dionisio e di Isio.

 

Casa dei mosaici

Nell’area archeologica vicino al porto di Eretria, ci sono i resti di antichi bagni. Nei pressi di via Mnisicleous, sempre ad Eretria, un edificio moderno protegge la famosa Casa dei Mosaici, dov’ è possibile ammirare mosaici ispirati alla mitologia e all’Iliade.

 

Castello di Kara Baba

È ciò che resta della fortificazione della città che venne distrutta per un piano di abbellimento verso la fine del XIX secolo. Al di fuori del castello c’è la tomba dello scrittore di Chalkida Giannis Skaribas, o di Barba-Giannis come viene chiamato dai suoi concittadini.

 

Torri Gemelle Veneziane

Si trovano nella regione di Mitikas e risalgono alla dominazione veneziana dell’isola. Sono in buono stato e sono situate sulla sommità di due colli e poste l’una di fronte all’altra.

 

Torri Veneziane

Si trovano nella città di Vasiliko, sono in ottimo stato e sono le torri più voluminose dell’isola, di periodo veneziano.

 

Tempio di Artemide

Si trova ad Avlida. Del tempio è giunto sino a noi la fase di costruzione di periodo romano. Secondo gli studiosi è questo il tempio citato da Pausania dove Ifigenia divenne la prima sacerdotessa.

 

Tempio di Agia Triada

Resti di un edificio paleocristiano sul quale è stata costruita una piccola cappella rettangolare.

 

Monastero di San Giovanni Kalivitis.

A 4 km a nord ovest di Psachna, è stata costruita sui resti di una precedente costruzione paleocristiana. Il Monastero ha molte sculture del primo periodo bizantino.

 

Monte Dirfys

Gli antichi greci consideravano il Monte Dirfys un luogo sacro e qui onoravano la dea Era.

Il monte ha un raro ecosistema e fa parte della rete NATURA 2000.

Si pensa che in questa zona si trovavano le città di Diacria e Ecalia e la città di Eurito, distrutte, secondo la leggenda, da Eracle.

Eubea, Grecia

Eubea, Grecia

 

EUBEA MERIDIONALE

Avlonari

Una delle località più belle dell’Eubea.

 Stira

È un importante luogo di villeggiatura per il suo clima e la sua posizione geografica che permette di raggiungere la città tramite traghetto dalle coste dell’Attica come Aghia Marina, Nea Styra, Almyropotamos. Stira ha il vantaggio di avere tante e splendide spiagge, molte strutture turistiche, la possibilità di fare sport acquatici, taverne pittoresche sul mare, ed una vivace vita notturna. Tutto ciò conferisce alla città un aspetto cosmopolita.

 

Marmari

È costruito ad anfiteatro ed è un villaggio di pescatori che, durante il periodo estivo, diventa un vivace luogo turistico.  Molto probabilmente il nome deriva dal famoso marmo prodotto in zona e conosciuto sin dall’antichità, che veniva usato per realizzare le colonne e i pavimenti per la costruzione dei templi e le sontuose abitazioni. Marmari è ben collegato, tramite traghetto, con la città di Rafina, situata sulla costa di fronte. Nei dintorni ci sono bellissime spiagge ed un complesso di 13 isolette ricche di verde chiamate Petalìì.

Karystos

Ha conosciuto un grande sviluppo turistico che è tutt’oggi in costante aumento. La città si espande intorno al castello medievale costruito nel XIII secolo dai Lombardi sui resti dell’antica acropolis e, per la sua posizione fortificata ed inaccessibile, è stato usato da tutti i successivi invasori. Proprio vicino al castello è possibile vedere l’acquedotto costruito durante la dominazione veneziana, tutt’oggi intatto. Vicino al porto della città c’è una piccola fortezza chiamata “Bourtzi”, edificata nel XIII secolo in difesa della città per controllare la costa, anch’essa pervenutaci in ottime condizioni. Per costruire la fortezza vennero utilizzati i grandi blocchi di marmo del mausoleo romano che si trova nella città.

Grotta di Tharounia

Si trova in località “Kakalitsa”, ad un’altitudine di 440 m. La grotta è stata scoperta nel 1974 ed il suo interno è davvero impressionante. Al suo interno è stata scoperta della fauna risalente al periodo Pleistocenico.

Torre di Trahili

Costruita durante il periodo di dominazione veneziana, si trova a Trahili, nel sul punto più alto, nel cimitero.

Castello di Milaki.

Costruito sulla collina nei pressi di Milaki, è visibile in quasi tutta la regione di Aliveri.

Torredi Avlonari.

È la torre più bella e meglio conservata del periodo veneziano e si trova nel punto più alto di Avlonari. La torre è stata ristrutturata nel 1953.

Antico Tempio di Agia Thekla.

È un piccolo tempio risalente al XIII secolo costruito nei pressi dell’omonimo villaggio. Nel tempio sono state conservate molte antiche agiografie.

Monastero di Lefka

Risalente al X secolo, situato nella parte orientale di Avlonari e costruito sulla montagna di Kallimani, è dedicato ad Agios Haralampos ed a Eisodia Theotokou.

Antica Distos

Qui si trovano i resti di un’antica città e della sua rocca rinforzata da 11 torri quadrate. Forma un semicerchio intorno al lato roccioso del lago.

Monte Ohis

La zona è ricca di leggende. Qui si trova il “Drakospito”, che in greco significa “casa del drago”, più grande e meglio conservato. Secondo una leggenda il nome del monte deriva dall’incontro, sulla sua vetta, tra Zeus ed Era.

Gruppo di Drakospita

Si trova nella località di Pali Laka ed è uno degli esempi più importanti e significativi di case preistoriche nel sud dell’isola conosciute come “Drakospita”. Secondo alcuni ricercatori le case risalgono al 700 a. C. A Pali Laka c’è un complesso di tre drakospita con un cortile comune.

“Drakospito” di Kapsales.

Situato nella zona omonima, è il drakospito più facilmente raggiungibile. Queste case preistoriche sono infatti costruite su montagne ad un’altezza spesso molto elevata. Il drakospito di Kapsales si trova sulla strada che collega Stira a Karistos. Il termine “Drakospito”, ossia “ casa dei draghi”, è stato dato dai locali e dipende dal modo con cui tali case sono state costruite: pietre calcaree grigie di grandissime dimensioni. I pastori della zona, proprio per questo, pensavano che fossero opera di superuomini, di ciclopi, o di draghi.

Drakospitoe le antiche Cave di Ochi

Altro Drakospito di grande interesse, situato in cima al monte Ochi, nel quale sono stati rinvenuti oggetti risalenti al V secolo a. C. Nell’area circostante ci sono le antiche cave dalle quali veniva estratto il famoso marmo verde di Karistos.

Mpourtzi.

Fortezza in perfette condizioni ad est del porto di Karistos. Tra i blocchi della struttura ci sono marmi provenienti da un antico tempio pagano.

Sito Archeologico di Platanisto.

Qui è possibile vedere i resti di un antico borgo chiamato Elliniko.

La Capitale dell’Isola Eubea

Calcide

Si trova nell’Eubea Centrale, a soli 80 km da Atene. È la principale entrata all’isola, costruita su entrambi i lati dello stretto del Golfo di Evripos. Calcide è da sempre stata l’entrata naturale dell’isola. Grazie alla sua strategica posizione geografica la città è stata un crocevia di culture e idee per secoli. Oggi la cosmopolita Calcide è non solo il principale centro amministrativo e commerciale dell’isola ma anche una meta molto diffusa tra gli ateniesi, specialmente per i weekend o per le vacanze di breve durata. Grazie ai modernissimi ponti, l’accesso in città è diventato più semplice e veloce. La città è conosciuta per il famoso fenomeno delle maree, ed in particolare il rapido cambiamento della direzione dell’acqua che avviene ogni sei ore e che è causata dall’attrazione della luna. Durante ogni cambio di direzione l’acqua si ferma per circa otto minuti. Un luogo ideale per vedere il fenomeno è il ponte scorrevole di Negroponte. Punto d’incontro preferito dai locali è il lungomare, un’ elegante strada con caffetterie, ristoranti e tanta movida.

 

Da vedere

Casa Rossa

Edificio neoclassico con quattro statue di argilla in cima, simbolo della città.

Palazzo Comunale

Molto noto per la sua bellissima architettura.

Fortezza

Magnifica fortezza risalente alla dominazione veneziana, costruita in cima alla collina Kanithos, offre una spettacolare vista sulla città e sul Golfo.

 Antico Ponte di Euripus

È uno dei primi ponti che hanno permesso il collegamento tra le due sponde e risale al 411 a. C. Nel 1854 è stato costruito un nuovo ponte e nel 1890 un altro rotante.

Sito Archeologico di Manika

Si trova a pochi chilometri di distanza dalla capitale. Qui sono stati trovati importanti oggetti che testimoniano l’esistenza di un grande insediamento nel periodo preistorico, ossia nel 2900 – 2300 a. C.

Musei

Eubea Settentrionale

Museo di Storia Naturale

Si trova a Istiea, nel lato orientale della città.

 Museo del Folklore

Si trova ad Agia Anna e mostra le tradizioni ed il modo di vivere degli abitanti fino a pochi anni fa. Nel museo è custodito l’unico vestito tradizionale della zona.

Museo della Storia e del Folclore

Si trova a Limni e rappresenta l’identità culturale di una città costiera storica e meravigliosa. Espone oggetti che testimoniano la ricca ed intensa tradizione culturale della zona e comprende anche una piccola collezione archeologica.

Eubea Centrale

Museo Archeologico

Si trova nel centro di Calcide, in un edificio costruito agli inizi del XX secolo, ed espone importante materiale archeologico di scavi avvenuti su tutta l’isola. L’esposizione va dal Paleolitico fino al periodo tardo romano. Tra gli oggetti esposti troviamo ceramiche, figurine micenee, terracotte di Eubea e Beozia, monete antiche provenienti da Calcide, Eretria, Karystos, sculture votive romane, monumenti funerari, reperti del cimitero di Manika risalente al 2800 – 1900 a. C.

Museo Archeologico di Eretria.

L’esposizione è di grande valore ed interesse. Tra gli oggetti esposti ci sono reperti provenienti da Lefkandi, da Eretria, sculture del tempio di Apollo, di Artemide, il famoso complesso di Theseus e Antiope.

Eubea Meridionale

Museo del Folclore di Kimi

Si trova a Kimi ed è stato fondato nel 1980.

Museo del Folclore di Kapsales

Si trova a Kapsales e mostra le tradizioni ed il modo di vivere dei residenti dell’Eubea Meridionale.

Museo Archeologico di Karistos

Ospita i molti ritrovamenti archeologici della regione. Ha sede presso la Fondazione Culturale di Nikolaos Giokalas. Tra gli oggetti esposti troviamo sculture del periodo classico, ellenico, romano, provenienti da Karystia, reperti delle “Case dei draghi”, antiche iscrizioni, statuette di argilla.

Spiagge

Eubea settentrionale

Nisiotissa

Bellissima spiaggia, a sud di Pirgos e Oreoi. Sulla vicina piccola isola c’è una costruzione risalente al periodo veneziano.

San Nicola

Ad appena 2 km da Loutrà Aidipsoù, è una spiaggia lunghissima caratterizzata da uliveti che scendono sin sul mare e da acque dal colore intenso.

 Kanatadika

Molto conosciuta tra i turisti, ha una spiaggia immensa e taverne pittoresche.

 Pefkì

Ha acque cristalline ed è conosciuta per la sua grande spiaggia e per gli alberi di pino. Dal porto partono piccole navi che effettuano escursioni giornaliere delle Sporadi.

Rovies

Vicinissima alle città di Rovies e Limni, è caratterizzata da una spiaggia di ciottoli molto bella ed è un posto ideale per nuotare.

Istiea

Si trova a brevissima distanza dall’omonima città ed è caratterizzata da più spiagge con vista spettacolare verso la terraferma a nord e le Sporadi ad est. La zona è molto conosciuta per gli uccelli migratori che l’attraversano.

Eubea centrale

Alikes

Vicina a Calcide e Drosia, è una bellissima spiaggia di sabbia molto nota ai locali, agli ateniesi, e a tutti i turisti. Ha taverne, ristoranti, snack bar. È possibile praticare sport d’acqua, beach volley ed ha uno stadio per concerti estivi. Nelle vicinanze c’è l’area camper e locali notturni.

Eretria

È costituita da lunghe spiagge di sabbia vicine al centro della città omonima, con taverne ed altre strutture. L’area è molto conosciuta non solo tra i greci che passano qui la loro estate ma anche dai francesi, tedeschi, inglesi, svedesi.

Kalamos

Piccole baie con sabbia fine in una zona spettacolare sulla costa orientale dell’isola e vicino Kimi. Ci sono taverne e piccoli B&B. È l’ideale per le famiglie con bambini piccoli.

Levkanti

A soli 2 km dal centro della omonima città, è una spiaggia con sabbia molto popolare. Ha taverne, ristoranti, ed è ideale per le famiglie. Ci sono alberghi aperti tutto l’anno e appartamenti in affitto durante la stagione estiva.

Limnionas

Graziosa spiaggia con sabbia ad appena 15 minuti di macchina da Calcide. Di fronte alla spiaggia ci sono due piccole taverne.

Politika

È una spiaggia lunga ed è una destinazione sempre più popolare per i greci per il suo facile accesso da Atene attraverso i ponti di Calcide. Ha taverne, ristoranti, bar lungo la spiaggia ed è il luogo ideale per le famiglie.

 

Eubea meridionale

Aetos

Una spiaggia di sabbia molto incantevole a pochi chilometri da Karistos. Non ha strutture turistiche però ci sono taverne nelle vicinanze.

Agios Dimitrios Golden Sands beach

Una delle migliori spiagge di Evia con una lunga spiaggia di sabbia dorata in una baia incontaminata. Sebbene sia una spiaggia molto popolare non diventa mai eccessivamente affollata. All’estremità occidentale della baia ci sono taverne e ristoranti dove degustare la cucina locale.

Marmari

È una piccola spiaggia di sabbia e sassolini a breve distanza da Marmari. Qui ci sono traghetti che la collegano a Rafina, vicino Atene.

Porto Buffalo beach

Una serie di piccole graziose spiagge con, nelle vicinanze, taverne aperte durante i mesi estivi.

Zarakon beach

È una tradizionale, incontaminata spiaggia con 2 taverne dove è possibile degustare cibi tradizionali e a base di pesce. La spiaggia è ad appena 5 minuti di macchina dalla città di Zarakes.  Nei pressi della baia dove è situata la spiaggia ci sono sempre stanze in affitto anche in alta stagione. Vicino la spiaggia c’è un ampio parcheggio.

Nea Styra

Situata vicino al terminal dei traghetti, è una spiaggia molto popolare tra le famiglie e può essere tranquillamente raggiunta con i mezzi pubblici. Si trova nel centro di Nea Syra, proprio accanto a negozi, taverne, caffetterie e ristoranti. La spiaggia è inoltre vicina a vari alberghi. Un luogo ideale per le vacanze senza la necessità di una macchina.

Divertimento

La bellissima isola Eubea offre tante opportunità per avere svago e divertimento. Nella località di Limni e nei luoghi circostanti vengono organizzati, dalla metà di luglio fino alla metà di agosto, gli “Elymnia”, una serie di eventi culturali. Molto noto è anche il Carnevale di “Ayianna” le cui manifestazioni richiamano gente da tutta la Grecia. Durante queste manifestazioni viene degustato vino e “mezès” ascoltando canzoni e suoni della cultura tradizionale locale.

Moltissimi eventi, festival e manifestazioni culturali hanno luogo, specialmente durante il periodo estivo, soprattutto a Calcide.

La capitale è anche molto nota per la sua vita notturna, sopratutto nell’area di Avlida.

Hotel Consigliati

ede